Domande generali

Perché devo passare al Mercato Libero?

Passare al mercato libero è obbligatorio. Dal 1° luglio 2021, per tutte le piccole imprese (numero di dipendenti tra 10 e 50 e/o fatturato annuo tra 2 e 10 milioni di euro) titolari di punti di prelievo in "bassa tensione" e per una parte delle microimprese (meno di 10 dipendenti e fatturato annuo non superiore a 2 milioni di euro), quelle titolari di almeno un punto di prelievo con potenza contrattualmente impegnata superiore a 15 kW.  Per tutte le altre microimprese non incluse nella descrizione e per i clienti domestici la scadenza sarà il 1° gennaio 2023.

Quanto costa passare al Mercato Libero?

Passare al mercato libero è gratuito. Approfittane ora per dare uno sguardo alle offerte Enermed!

Il Mercato Libero è conveniente?

Le offerte del Mercato Libero sono più convenienti delle offerte del Mercato a Maggior Tutela perché possono anche includere servizi aggiuntivi come programmi fedeltàpremisconti ed energia prodotta da fonti rinnovabili, tutti servizi che il Mercato a Maggior Tutela non può offrire.

Subirò disagi nel passaggio dal vecchio al nuovo venditore?

Non subirai nessun disagio: il servizio continuerà ad essere erogato e non ci saranno lavori da fare all’impianto o sul contatore.

Cambiare venditore ha un costo?

No.
Cambiare venditore non ha costi per il cliente, salvo gli eventuali costi connessi alla sottoscrizione del nuovo contratto: imposta di bollo, se dovuta in base alla normativa fiscale, e deposito cauzionale o altra garanzia, se previsto dal contratto.

Quanto tempo serve per passare dal vecchio al nuovo venditore?

Per il passaggio effettivo al nuovo venditore occorrono normalmente da uno a due mesi. I cambi venditore (switching) vengono eseguiti di norma il primo giorno di ogni mese; se il nuovo venditore (venditore entrante) attiva la procedura di switching entro il giorno 10 di un dato mese, il cambio decorrerà dal primo giorno del mese successivo, altrimenti slitterà di un mese.

Cos'è il deposito cauzionale?

Il deposito cauzionale, chiamata anche cauzione, è un importo che viene richiesto dal venditore a garanzia dell’esatto e puntuale pagamento delle bollette emesse. Per maggiori informazioni leggi l’articolo 11.1 delle Condizioni Generali di Contratto.

Cosa significa "prezzo fisso"?

Prezzo fisso e invariabile significa che il costo della materia prima non subisce variazioni per tutta la durata stabilita dal contratto.In questo modo il fornitore ti protegge da eventuali aumenti del costo dell’energia.

Attivazioni

Cos'è il subentro?

Il subentro è l’operazione con cui si riattiva una fornitura, al momento disattivata, ma che in passato è già stata utilizzata.

Cos'è la voltura?

La voltura è l’operazione con cui si cambia intestatario ad un contratto attivo con un fornitore.

Cos'è l'allaccio?

L’allaccio è il lavoro con cui si collega un impianto alla rete locale di distribuzione. Si tratta di un processo gestito interamente dal fornitore, che si impegna a contattare la società di distribuzione entro 2 giorni dalla sottoscrizione del contratto.

Cos'è la prima attivazione?

La prima attivazione è l’operazione con cui viene attivato il contatore precedentemente posato con il lavoro di allaccio. Generalmente, l’operazione di prima attivazione si richiede insieme al lavoro di allaccio.

Dove trovo...

... il numero cliente?

Il numero cliente viene indicato sulla fattura.

  • Numero progressivo;
  • Assegnato dal fornitore;
  • Composto da 8 cifre;
  • Inizia per 20xxxxxx;

... il codice POD?

Puoi trovare il codice POD in qualsiasi bolletta emessa per quella fornitura.

  • Inizia sempre per IT;
  • I primi sei caratteri sono IT001E;
  • È un codice alfanumerico composto da 14 caratteri tra lettere e numeri;
  • Il codice POD non cambia mai;
  • Viene assegnato una sola volta ad ogni fornitura;
  • Rimane uguale anche se cambi fornitore perché identifica il punto di fornitura.

... le letture del contatore?

Puoi trovare le letture del contatore premendo il tasto a destra dello schermo del contatore. Le letture sono divise in 3 fasce, F1, F2 ed F3 anche se il tuo contratto prevede un solo costo

Agevolazioni

Cos'è il Bonus Sociale Energia Elettrica?

Il bonus Energia Elettrica è uno strumento di sostegno al reddito che può essere richiesto dalle famiglie:

  • con indicatore ISEE non superiore a 8.107,5 euro;
  • con più di 3 figli a carico e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;

Se in casa vive un soggetto in gravi condizioni di salute che possiede i requisiti per il bonus per disagio fisico, la famiglia può richiedere anche questa agevolazione.

Dove si presenta la domanda per il Bonus Sociale?

La domanda di Bonus Elettrico si effettua presso il Comune di residenza oppure presso un altro ente designato dal Comune (CAF, Comunità Montane).

Quanto dura il Bonus Sociale?

Il bonus sociale ha una durata di 12 mesi e può essere rinnovato a partire dal mese precedente alla scadenza, nello stesso ufficio nel quale è stata presentata la prima richiesta.

Fatturazione

Posso scegliere il tipo di bolletta?

Si, con Enermed puoi scegliere il tipo di bolletta.

Puoi scegliere tra:

  • Bolletta elettronica, che viene spedita all’indirizzo che comunichi;
  • Bolletta cartacea, che viene inviata all’indirizzo di fatturazione che ti viene richiesto durante la sottoscrizione del contratto. Per la bolletta cartacea è previsto l’addebito del costo di ogni invio direttamente nella bolletta.

Quando posso scegliere il tipo di bolletta?

Puoi scegliere il tipo di fatturazione durante la sottoscrizione del contratto con Enermed.

Posso scegliere la frequenza di emissione delle bollette?

Si, con Enermed puoi scegliere la frequenza di emissione delle bollette.

Puoi scegliere tra:

  • Fatturazione mensile, in cui le bollette contengono un solo mese di consumi;
  • Fatturazione bimestrale in cui le bollette contengono due mesi di consumi.

Posso cambiare la frequenza di emissione delle bollette?

Si, puoi cambiare la frequenza di emissione delle bollette quando vuoi, basta contattare Enermed e chiederne la variazione. Questa operazione non comporta nessun costo aggiuntivo

Metodi di Pagamento

Come posso pagare le bollette?

Puoi pagare le tue bollette utilizzando uno di questi metodi:

  • Bonifico Bancario
  • Online con Carta di Credito/Debito
  • Attivazione del RID Bancario

Cosa succede se attivo il RID?

Attivando il RID ti verrà rimborsata, sulla prima fattura utile, la quota relativa al deposito cauzionale. Se attivi il RID in occasione dell’attivazione del contratto, non pagherai il deposito cauzionale.

Cosa succede quando il RID viene disattivato?

Quando il RID verrà disattivato, ti verrà richiesto di versare il deposito cauzionale sulla prima fattura emessa in seguito alla disattivazione del RID bancario. Puoi scegliere tra:

  • Fatturazione mensile, in cui le bollette contengono un solo mese di consumi;
  • Fatturazione bimestrale in cui le bollette contengono due mesi di consumi.

Segnalazione Guasti

Quali guasti posso segnalare?

Dovranno essere segnalati i guasti e le interruzioni di corrente sulla rete di distribuzione nazionale, come anche i casi di pericolo (cavi scoperti, pali di trasporto abbattuti o pericolanti).

Come posso segnalare un guasto?

Per segnalare un guasto sulla rete elettrica puoi contattare il NUMERO VERDE 803 500, gratuito da rete fissa e da cellulare, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Risponderà il Distributore Locale di Energia Elettrica (e-distribuzione), la società che si occupa del trasporto, distribuzione e misura dell’energia elettrica.

Disattivazione

Chi può richiedere la disattivazione?

La disattivazione di una fornitura di energia elettrica può essere richiesta dall’intestatario del contratto di fornitura di energia elettrica. Può anche essere richiesta da un delegato dell’intestatario a patto che il delegato invii al fornitore anche la delega firmata dall’intestatario e la copia dei rispettivi documenti di identità.

Come posso disattivare la mia fornitura?

Per disattivare la tua fornitura di energia elettrica puoi utilizzare uno dei seguenti metodi:

  • chiamando il Numero Verde 800 616 008, attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 18:00;
  • scrivendo una email a [email protected]
  • inviando una lettera a Enermed Srl, Via Calamattia 1, 09134 Cagliari (CA)

Cosa comporta la disattivazione?

La disattivazione della fornitura di energia elettrica comporta la chiusura del contatore (chiamata anche disdetta con suggello).

Tale fornitura potrà essere riattivata solamente in seguito alla stipula di un nuovo contratto con l’operazione di Subentro.

Sulla bolletta di conguaglio finale sarà rimborsato il deposito cauzionale (se dovuto) maggiorato degli interessi legali maturati, sempre che non sia trattenuto, del tutto o in parte, a saldo di eventuali fatture insolute.

Cosa devo inviare per disattivare?

Se hai necessità di scriverci per richiedere la disattivazione, dovrai inviare una richiesta con i seguenti dati:

  • Nome e Cognome del titolare
  • Codice Fiscale
  • Codice POD
  • Letture del contatore
  • Indirizzo in cui ricevere l’ultima bolletta

Dovrai inoltre allegare la copia del documento di identità dell’intestatario della fornitura.

Questo sito utilizza esclusivamente cookie di performance di terze parti e nello specifico esclusivamente i cookie di Google Analytics, per monitorare, anche in forma disaggregata, le esperienze di navigazione dell’utente. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai Cookie Analytics, visita la Cookie Policy di Enermed, ove sono indicate in modo chiaro e esplicito le modalità per ogni scelta relativa all’utilizzo dei cookie, anche di terze parti. L’utente, pertanto, potrà procedere alla navigazione del sito senza l’accettazione dei Cookie di Google Analytics ovvero accettare e procedere con il consenso agli stessi”.